microbangla 700

LA CHIESA DI SAN CARLO BORROMEO A VERONA [a cura di Glauco Pretto]

sancarloborromeo 150[Maggio 2022] Esistono edifici pubblici, civili e religiosi che, nonostante le offese del tempo e dell'uomo, sono rimasti «in piedi». Di altri, per le cause più diverse, non è rimasta traccia. A volte restano negli archivi i progetti di costruzione, i nomi dei committenti e degli esecutori e perfino interessanti curiosità, ma «in piedi» non rimane nulla. Tutt'al più qualche parte di fondamento o pezzo di muro incorporato nell'edificio sorto poi sulle loro macerie. Di esempi insigni è ricca anche la città di Verona.

Della prima chiesetta, risalente agli inizi del Cinquecento, che occupava l'identico luogo in cui ora si trova la chiesa di San Carlo, «in piedi» non è rimasto nulla. Quel pochissimo che restava, fondamenti, decorazioni, parti di vecchie sepolture, se n'è andato pochi decenni fa (1965) con lo scavo della cripta che oggi ospita la tomba del Venerabile Don Nicola Mazza. Questo prezioso volume, corredato da magnifiche fotografie, racconta a tutto tondo la storia, il valore artistico e di formazione cristiana di un monumento che gli ultimi restauri, dei primissimi anni '90 del secolo scorso, hanno consegnato alla città: la chiesa di San Carlo Borromeo, nuova nel cromatismo caldo e avvolgente, e soprattutto rinnovato luogo familiare e bello di incontro con la Parola del Vangelo, con la liturgia della comunità cristiana, con il carisma del Fondatore delle istituzioni educative Mazziane.

Le tre pareti che formano il presbiterio ospitano, entro apposite cornici e stucco, altrettanti dipinti che, come in un vero e proprio ciclo pittorico, hanno tutti a protagonista la figura di san Carlo Borromeo e risalgono allo stesso periodo di costruzione della chiesa, ossia il secondo decennio del XVII secolo.

Il volume contiene sei contributi scritti, oltre alla «Presentazione» di Corrado Ginami, in grado di delineare con armoniosa competenza il passato e il presente dell'edificio: «Dalla cappella Pellegrini alla chiesa di San Carlo» (Glauco Pretto); «La chiesa di San Carlo nella città, nella storia, nell'architettura» (Roberto Pasini); «La decorazione interna» (Vincenzo Faccioli); «Il messaggio religioso della chiesa di San Carlo» (Francesco Massagrande); «La chiesa di San Carlo e la parrocchia di Santo Stefano» (Germano Paiola); «Il Mazza, San Carlo e la Provvidenza» (Luigi Pretto).

Il curatore del volume, Glauco Pretto [Albino (BG), 1928 - Povegliano (VR), 2016], insegnante per passione e professione, ha vissuto nella scuola gran parte della vita: prima come maestro elementare, poi come insegnante di Lettere e preside nelle Scuole Medie. Ha collaborato, fin dal 1965, con diverse Case Editrici, più a lungo con la Mondadori. É autore di numerosi libri di saggistica, di varia divulgazione, di poesia, alcuni anche premiati. Da nonno, affascinato dai nipoti e nel ricordo di tanti suoi piccoli alunni, ha ideato numerose composizioni per bambini.
Oltre a dare una veste culturale a questa opera editoriale, Glauco Pretto ha scritto per la Casa editrice Mazziana numerosi articoli apparsi sulla rivista «Note mazziane» e pubblicato vari libri: «A desligar figure e sentimenti» (1988), «Vita col baco da seta» (2001), «La Madonna del popolo e Don Nicola Mazza» (2008), «Tenendoci per mano» (2009), «1916 l'Italia impara a fare la guerra» (2015).


Titolo: «La chiesa di San Carlo Borromeo a Verona»
Curatore: Glauco Pretto
Fotografie: Filippo Nardo
Pagine: 80 con numerose illustrazioni a colori
Editore: Casa editrice Mazziana
Prima edizione: ottobre 2005
ISBN: 88-85073-68-9
Prezzo di copertina: 15,00 euro

Promozione di vendita - Ordinando l'acquisto direttamente alla Casa editrice Mazziana tramite e-mail [ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ] oppure telefono [ 045.912039 ] non pagherai le spese di spedizione* e potrai inoltre ottenere uno sconto del 5% sul prezzo di copertina. Gli abbonati alla rivista trimestrale «Note mazziane» possono ricevere i libri della Casa editrice Mazziana con uno sconto del 20% sul prezzo di copertina, senza spese di spedizione*. Sconti speciali per Biblioteche ed enti formativi.

[*] Spedizione mediante Poste Italiane.

Informazioni aggiuntive