FacebookTwitterGoogle BookmarksRSS Feed

DAL 01.04.2016 - VILLAFRANCA (VR) - IL CINEMA ITALIANO CONTEMPORANEO IN 4 INCONTRI

[Marzo 2016] L'Associazione culturale «Metropol» e l'Assessorato alla Cultura del Comune di Villafranca, con il Comitato della Biblioteca comunale, in collaborazione con la Fondazione CIS organizzano e invitano al percorso di approfondimento «Il Cinema Italiano Contemporaneo»: quattro incontri serali in altrettanti venerdì d'aprile, per conoscere i migliori autori del nostro Paese.
A guidare i partecipanti alla scoperta dei protagonisti d'oggi della «settima arte» sarà il professor Alberto Scandola, docente di Critica cinematografica all'Università di Verona. 
Gli incontri saranno ospitati in Biblioteca [piazza Villafranchetta n.30 - Villafranca di Verona], con inizio alle ore 21.

Per partecipare all'iniziativa culturale è necessario formalizzare l'iscrizione versando un piccolo contributo di partecipazione di 20 euro, valido per tutto il ciclo di 4 incontri. Le iscrizioni saranno raccolte durante il mese di marzo rivolgendosi alla Libreria «Terza Pagina» [corso Giuseppe Garibaldi n.16/G - Villafranca di Verona]. La disponibilità di posti è limitata.

 
PROGRAMMA

Venerdì 01 aprile 2016
«Un paesaggio multiforme: il cinema italiano negli anni Duemila»

L'11 settembre cambia il modo di rapportarsi al reale. Strappata la cortina ovattata del minimalismo anni Novanta, l'artista è costretto a fare i conti con la dimensione più repressa dal trionfo del digitale, ovvero la resistenza di una realtà che si offre come enigma difficile da raccontare. Attingendo ai codici del documentario, il cinema narrativo riscopre il degrado delle periferie, il conflitto tra presente e passato, le cicatrici interiori della solitudine.

Venerdì 15 aprile 2016
«Vecchi maestri: Nanni Moretti e Marco Bellocchio»
Nanni Moretti e Marco Bellocchio lavorano da sempre sul confine che separa immaginario e realtà. Se Moretti racconta la crisi di un soggetto incapace di trovare un posto nel mondo, una crisi che prende le forme della nevrosi e dello spaesamento, Bellocchio esplora le multiformi potenzialità espressive dell'immagine cinematografica, al fine di indagare le zone rimosse della memoria, ma anche la cognizione di un dolore tanto privato quanto universale.

Venerdì 22 aprile 2016
«Il reale e il suo doppio: Matteo Garrone e Saverio Costanzo»
Attenti a decostruire le regole dei generi senza rinunciare al piacere del racconto, Matteo Garrone e Saverio Costanzo ricercano una rappresentazione del reale che non sia una sia semplice imitazione, bensì una personale rielaborazione. Più che il contenuto, è importante l'idea visiva che feconda la costruzione delle immagini. Immagini che ci parlano soprattutto di amori malati, votati all'autodistruzione o destinati alla solitudine.

Venerdì 29 aprile 2016
«L'enigma della bellezza: Paolo Sorrentino»
«Con La grande Bellezza - ha detto Paolo Sorrentino - volevo raccontare tutti gli stati d'animo possibile. Volevo raccontare tutte le possibili forme di gioia e disperazione degli esseri umani, tutte le possibili forme di conflitto, di bellezza e di bruttezza». Scrivere un film su tutti gli stati d'animo equivale a quella che era la massima aspirazione di Flaubert: scrivere un romanzo sul nulla. Paolo Sorrentino è il Flaubert del nostro tempo.


Per informazioni
www.cinemametropol.com
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
391.1212328
facebook.com/metropol.cinema

Scarica la locandina: [ clicca qui ]

Informazioni aggiuntive

Questo sito web utilizza i cookie per migliorare la navigazione. Utilizzando il sito si intende accettata la Cookie Policy. Maggiori informazioni