bannercongo

TUROLDO, UN LAZZARO DELL'AMORE [di Paolo Bertezzolo]

piatto turoldo 150[Aprile 2022] Ogni amante è un Lazzaro bramoso di sfamarsi, perché mai sazio delle miche che cadono dalla mensa dell'amato. David Maria Turoldo (1916-1992) lo è stato. Le sue opere, che in questo libro vengono esaminate a partire dalla sua tesi di laurea in filosofia e fino alle ultime, costituiscono il "diario" della sua appassionante storia d'amore, vissuta con Dio: un amore "fuori dal tempio", esemplificato nel biblico Cantico dei Cantici, modello di ogni amore umano e divino. Autore multiforme, Turoldo pone la poesia al centro di tutto.
A trent'anni dalla morte, coinvolge profondamente chiunque anche oggi.

In un mondo sempre più incapace di credere, spesso indifferente, attaccato a cose da nulla, a credenze irrazionali, alle emozioni più che ai sentimenti, egli dà testimonianza di un amore esigente, impaziente, incrollabile, vissuto e cantato in tutte le sue sfumature, sempre fedele, in grado di sopravvivere, accrescendosi, alle delusioni e perfino alla disperazione umana. Turoldo inquieta, turba le false paci, trascina in alto il lettore, verso un Dio che non c'entra nulla col male, che cerca l'uomo senza mai arrendersi, perché lo ama e desidera renderlo felice: il Dio di Gesù, «un Dio umile, debole, sperduto, appassionato e pietoso, venuto a vivere di ogni nostra infermità. Sempre meno Dio dell'onnipotenza, sempre più Dio della misericordia e del perdono».

Il servita David Maria Turoldo ha attraversato, spesso da protagonista, numerosi e significativi episodi civili, sociali ed ecclesiali del secolo scorso: la Resistenza a Milano negli anni Quaranta, la scommessa di una società radicalmente rinnovata nel dopoguerra, la rigogliosa «germinazione» della Firenze di Giorgio La Pira, il superamento delle barriere tra Chiesa e mondo promosso dal Concilio Vaticano II, le battaglie civili iniziate nel Settantotto; l’America Latina e la sua teologia della liberazione. In sintesi un'«utopia che porta avanti il mondo». Non gli sono mancati periodi di contrarietà e di esilio forzato. Prendendo in considerazione la straordinaria produzione in prosa e poesia, le opere di teatro e cinema, la presenza in TV e sulla stampa, Bertezzolo scandaglia del sacerdote, conosciuto anche personalmente, l’inquieta «biografia del pensiero», inseguita nel suo percorso a spirale.
Emergono così vita, pensiero, sfide, ancora straordinariamente irrompenti, a trent’anni dalla scomparsa di un testimone unico.

Paolo Bertezzolo 150Paolo Bertezzolo, impegnato a lungo nell'associazionismo cattolico, è stato insegnante di storia e filosofia, e dirigente scolastico nei licei. Eletto deputato nell'XI legislatura, è tornato in seguito al lavoro e all'impegno sociale. Ora è in pensione. Ha pubblicato numerosi articoli, saggi e libri. Tra questi, per la Mazziana, «Francesco Angeleri. Un rosminiano veronese» (1992), "Premio Emilio Chiocchetti" a Rovereto; «La Verona del dialogo. Luigi Adami racconta» (Il Margine, 2008); «Padroni a chiesa nostra. Vent'anni di strategia religiosa della Lega Nord» (EMI, 2011); «La bellezza e il silenzio. Rino Breoni. Un prete, la città» (EMI, 2013). Ha pubblicato inoltre: con Alex Zanotelli «Di nuovo in piedi costruttori di pace! (EMI, 2014), e con Luigi Adami «La fede nuda. Dialogo sul credere e il dubitare» con prefazione di Augusto Barbi (Gabrielli, 2019). Ha pubblicato anche tre romanzi: «Il tempo della danza» (Gabrielli, 2004); «Ester» (Gabrielli, 2006), che ha vinto il secondo premio al "Concorso internazionale di letteratura Città di Moncalieri" nel 2007; e, assieme a Laura Rozza Giuntella, «Il palazzo dei baci rubati. Un omicidio e altri misfatti a Montecitorio», con prefazione di Marco Damilano (Gabrielli, 2018), che ha vinto la Targa di merito della "XXXVI edizione del premio letterario Città di Cava de' Tirreni" nel 2019.

Mariangela Maraviglia è dottore di ricerca presso la Fondazione per le Scienze Religiose Giovanni XXIII di Bologna e si occupa di figure e movimenti del cattolicesimo contemporaneo impegnati in ambito sociale e nel dialogo ecumenico e interreligioso. Tra le sue pubblicazioni: «Don Primo Mazzolari. Con Dio e con il mondo» (2010); «Primo Mazzolari. Nella storia del Novecento» (2000); «Achille Grandi. Fra lotte operaie e testimonianza cristiana» (1994); «Semplicemente una che vive. Vita e opere di Adriana Zarri» (2020). Ha ricostruito per prima l'intera vicenda esistenziale di Turoldo in «David Maria Turoldo. La vita, la testimonianza (1916-1992)» (2016).

[Scheda di presentazione] [Copertina del libro]


Titolo: «Turoldo, un Lazzaro dell'Amore»
Autore: Paolo Bertezzolo
Presentazione: Mariangela Maraviglia
Pagine: 392
Editore: Casa editrice Mazziana
Prima edizione: febbraio 2022
ISBN: 978-88-97243-39-7
Prezzo di copertina: 18,00 euro

Promozione di vendita - Ordinando l'acquisto direttamente alla Casa editrice Mazziana tramite e-mail [ Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. ] oppure telefono [ 045.912039 ] non pagherai le spese di spedizione* e potrai inoltre ottenere uno sconto del 5% sul prezzo di copertina. Gli abbonati alla rivista trimestrale «Note mazziane» possono ricevere i libri della Casa editrice Mazziana con uno sconto del 20% sul prezzo di copertina, senza spese di spedizione*. Sconti speciali per Biblioteche ed enti formativi.

[*] Spedizione mediante Poste Italiane.

 

Recensioni
- Recensione del libro tratta da «Il Regno» (n.6 - 2022): [ visita il sito ]
- Recensione del libro tratta da «Adista» (02.04.2022 - n.12): [ visita il sito ]


Eventi

[ » info « ] Venerdì 04.02.2022 - Incontro on-line - Anteprima nazionale del nuovo libro «Turoldo, un Lazzaro dell'Amore» di Paolo Bertezzolo [ il video dell'incontro ]

[ » info « ] Giovedì 21.04.2022 - Villafranca (VR) - Presentazione del libro «Turoldo, un Lazzaro dell'Amore» di Paolo Bertezzolo

[ » info « ] Martedì 10.05.2022 - Verona - Presentazione del libro «Turoldo un Lazzaro dell'Amore» di Paolo Bertezzolo

Informazioni aggiuntive